Lifestyle
COMFORT ACUSTICO.

Perché curiamo tanto l’isolamento acustico.

Una persona si trova in una situazione di comfort acustico quando non è disturbata nelle sue mansioni quotidiane, ma soprattutto quando il suo apparato uditivo non viene complessivamente danneggiato da rumori che perdurano nel tempo. 

Esiste una soglia oltre la quale tale comfort viene meno ed è rappresentata dal concetto di decibel, un’unità logaritmica tramite la quale sono messe a confronto la pressione misurata e una pressione di riferimento di 20 μPa: pensate che l’essere umano riesce a udire variazioni di pressione sonora misurate tra i 20 μPa e i 100 Pa (Pascal è l’unità di misura della pressione sonora, che si misura mediante lo strumento del fonometro).

La normativa UNI 11367 del 2010 definisce i criteri con cui misurare e riconoscere le classi acustiche delle unità immobiliari, allo stesso modo in cui si fa riferimento a una determinata certificazione energetica quando si acquistano gli elettrodomestici per le abitazioni. Avere dei criteri di classificazione a disposizione consente di comprendere quale sia il livello di isolamento acustico degli edifici, tenendo presente che i livelli minimi di prestazione sono diversi a seconda della classe presa in considerazione. 

Le classi prestazionali sono quattro: si va dalla prima classe, che equivale al livello migliore, alla quarta classe che corrisponde al livello peggiore.

Esistono quattro casi di inquinamento acustico

  • Il rumore proveniente dall’esterno: il traffico, le persone che parlano, l’eventuale vicinanza di attività industriali.
    Questo tipo di rumore si diffonde per via aerea, per poi entrare nell’edificio tramite il suo involucro. Per evitare i rischi dell’inquinamento acustico, sono fondamentali due accorgimenti: concentrarsi sui punti deboli dell’abitazione, come le finestre e le griglie di aerazione; in secondo luogo, essere certi che le partizioni esterne siano all’avanguardia sia dal punto di vista ingegneristico che tecnologico;
  • Il rumore prodotto dai vicini di casa: voci più o meno alte di adulti e bambini, la musica o la televisione del vicino; la propagazione del rumore avviene sia attraverso le parti solide sia per via aerea;
  • Il rumore da calpestio;
  • Il rumore prodotto da impianti: caldaie, termosifoni, aria condizionata, ascensori, montacarichi, elettrodomestici, apparecchiature radio-televisive; anche in questo caso la propagazione avviene sia attraverso le parti solide sia per via aerea.

Il silenzio è prezioso

Le nostre abitazioni sono previste tutte rispondenti almeno alla classe seconda acustica. Tutti i nostri edifici vengono sottoposti a collaudo acustico così da poter garantire al cliente la prestazione promessa.